Ripescaggio ai Mondiali: il Perù (solo per un attimo) fa sognare l’Italia

E’ vero che la speranza è l’ultima a morire, eppure l’idea che l’Italia sia stata esclusa “realmente” dai Mondiali di Russia 2018 sembra proprio averne spento in noi ogni più labile scintilla.

Questa esclusione, no, non riusciamo ancora ad accettarla.

E dire che due mesi fa -non si sa esattamente bene a quale titolo- alla nostra Nazionale di calcio il destino aveva offerto una possibilità, visto che era stato stabilito un eventuale ripescaggio di una Nazionale tra quelle escluse dalla partecipazione ai Mondiali.

Ma andiamo con ordine, vediamo esattamente cosa era successo.

Ripescaggio: una possibilità che riaccende la speranza

Il tutto è accaduto a fine novembre 2017, certo un’ipotesi molto remota, ma talmente suggestiva che aveva iniziato a stuzzicare gli stessi bookmaker.

La stampa peruviana, guidata in primis dal quotidiano “Libero”, aveva avanzato una possibilità: quella che la nazionale Peruviana, “la Blanquirroja”, sotto la guida di Ricardo Gareca, potesse essere a rischio concreto di essere esclusa dai Mondiali 2018. La ragione era dovuta ad una proposta di legge dettata dalla maggioranza fujimorista che prevedeva che la Federcalcio andina dovesse passare sotto il diretto controllo di un organismo statale, precisamente l’Istituto peruviano dello Sport, con palese ingerenza del Governo del paese, rispetto quello del calcio locale.

Sappiamo, tuttavia, che la Fifa, nel proprio regolamento, vieta tali tipi di vincoli.

Tanto è bastato per ritenere che una tale proposta avesse per diretta conseguenza la squalifica della nazionale Peruviana dai Mondiali di Russia 2018.

Ebbene, è in questo scenario che si colloca l’accendersi delle speranze di un ripescaggio per la nostra Nazionale di calcio italiana.

Ma qualcosa andò storto…

Cosa facesse ritenere che a beneficiare di una possibile squalifica della Nazionale peruviana fosse l’Italia non è lecito saperlo. E’ pur vero che un tale scenario avrebbe aperto le porte al ripescaggio di una Nazionale, ma che fosse proprio la nostra era del tutto improbabile.

Sarebbe stato certamente più plausibile, infatti, che a godere di una tale situazione sarebbe stato probabilmente il Cile, per il vantaggio nel ranking mondiale, o in seconda ipotesi la Nuova Zelanda in quanto eliminata ai playoff.

Ma si sa che per noi, super tifosi della Nazionale italiana, questa era una possibilità affatto remota, visto che ancora non riusciamo a credere all’eliminazione della nostra squadra.

In ogni caso, la possibilità che il Perù venisse squalificato è andata a rientrare.

Infatti, ci ha pensato la parlamentare peruviana Paloma Noceda ad annunciare l’intenzione, vagamente preannunciata, di far ritirare tale progetto di legge per non far rischiare l’esclusione del Perù da Russia 2018.

Ammesso, pertanto, che esistesse realmente l’ipotesi fantasiosa che l’Italia potesse essere ripescata, tutto è andato a sfumare e la nostra squadra dovrà pagare amaramente e per sempre la colpa dell’esclusione dal Mondiale, senza speranze.

In conclusione, dopo 60 anni dall’ultima volta e dopo 14 edizioni di fila, dobbiamo rassegnarci a non vedere più giocare la nostra Nazionale nei Mondiali di calcio.

  • Vuoi diventare rivenditore?Clicca qui
  • Orario di aperturaLun > Ven: 8.30>12.30 - 14>16
  • Catalogo sfogliabileguarda i nostri prodotti
  • Domande? Chiamaci!Tel: +39 041 570 09 12
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. cookie policy.