Completi basket: come sono cambiate le divise dai primi anni ’90 ad oggi

Serve un salto indietro nel tempo per capire come i marchi sportivi più famosi al mondo nella produzione di completi basket abbiano cambiato questo abbigliamento nel tempo.

La foto di Patrick Ewing che, alle Final Four della Ncaa, porta in dosso la divisa degli Hoyas della Georgetown University è decisamente un ottimo spunto per fare un viaggio nel tempo per verificare come è cambiato il look dei giocatori di basket nei college già a partire dal 1989.

Anni ‘80: t-shirt di cotone colorata sotto la canottiera da basket

La storia della pallacanestro inizia proprio da qui.

Tessuto traforato in mesh, pantaloncini cortissimi e, anche se non sempre, una “canotta della salute” sotto la maglia principale, del tutto anonima, ma rigorosamente in cotone: sono questi gli elementi che hanno caratterizzato l’abbigliamento da basket di questi anni, del cui look si è fatto portavoce Ewing che ha giocato con Georgetown le Final Four Ncaa dal 1982 al 1985.

A partire dal 1992 è stata introdotta da casa Nike la prima grande novità: pantaloncini più larghi e più lunghi rispetto ai precedenti, fino al ginocchio.

E’ una rivoluzione. Il nuovo stile diventa uno standard tanto che Michael Jordan giunse a chiedere a Champion, lo sponsor tecnico unico del campionato pro, di allungare e allargare in base alla sua taglia il suo completo basket, in particolarei pantaloncini dei Chicago Bulls riproponendo il nuovo modello che lo aveva colpito al primo sguardo.

Evoluzione dei modelli / evoluzione dei tessuti

L’evoluzione dello stile dei completi basket è andato di pari passo con quello tecnologico che, inevitabilmente, ha riguardato i tessuti.

Agli inizi dei primi anni 90 le divise di basket pesavano in totale 760 grammi (368 gr la canottiera e 392 gr i pantaloncini). Oggi un completo da basket pesa in media poco più di 300 grammi (170 gr la canotta e 153 gr il resto).

In 20 anni i tessuti tecnici più leggeri dei completi basket hanno tolto 437 grammi alle divise.

Non poco possiamo dire, visto che, per un’intera stagione si tratta di ben 56 chili in meno da portare a dosso sui campi da basket!

Anni 2000: grade attenzione per l’estetica

Con il sopraggiungere degli anni 2000, i nostri insomma, sono giunte ancora altre novità.

Si tratta di cambiamenti nello stile: subentra nei completi basket il nuovo design del collo delle canottiere abbinato ad un fantastico effetto aerografo -uno stile non convenzionale, per intenderci tipo nebulizzato- per la grafica posteriore delle divise.

Le novità ovviamente non potevano non riguardare anche tecniche: sono stati concepiti nuovi tessuti mirati a migliorare la vestibilità che, via via, è divenuta nettamente più attillata rispetto al passato.

Grande attenzione, ovviamente, anche alla traspirazione dei tessuti e l’utilizzo di materiali dalla lavorazione il più possibile non invasiva per l’ambiente.

Rinnovato il look e cambiati i materiali, i completi basket da Michael Jordan ai giorni nostri di strada ne hanno fatta parecchia allineandosi sempre di più a stili e canoni finalizzati a migliorare confort ed estetica.

  • Vuoi diventare rivenditore?Clicca qui
  • Orario di aperturaLun > Ven: 8.30>12.30 - 14>16
  • Catalogo sfogliabileguarda i nostri prodotti
  • Domande? Chiamaci!Tel: +39 041 570 09 12
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni cookie policy.